TITOLARI DI PARTITA IVA: NUOVA MODALITA' UTILIZZO MODELLI F24


Con il D.L. 50/2017, per i soggetti titolari di partita IVA, fermo restando che il Modello F24 va presentato in ogni caso con modalità telematica o tramite homebanking (non è possibile il cartaceo), è stato istituito l’obbligo di utilizzare i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate qualora essi intendano compensare, per qualsiasi importo, i crediti d’imposta.

In presenza di crediti compensati, il Modello F24 dei predetti soggetti, potrà essere presentato (sempre e solo telematicamente) esclusivamente attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate (non è più possibile farlo attraverso i servizi di home banking).

 

ATTENZIONE - Con la Circolare n. 57/E/2017, l’Agenzia ha chiarito che la predetta novità trova applicazione per tutti i comportamenti tenuti dopo l’entrata in vigore e, pertanto, dal 24 aprile 2017 e che i dovuti controlli sul corretto adempimento inizieranno dal 1° giugno. Il che dovrebbe far ritenere che fino a quella data, eventuali errori commessi dal contribuente (ossia utilizzo del canale telematico errato) non farebbe scattare alcuna sanzione e/o scarto del modello di pagamento.

 

Novità Modello F24 (Titolari di partita IVA)

 

 

Regola generale: Obbligo di Modello F24 telematico

 

Se ci sono crediti compensati, c’è obbligo si presentazione F24 solo attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (direttamente o tramite intermediario).

 

Se NON ci sono crediti compensati, il versamento dell’F24 telematico potrà avvenire con una delle seguenti modalità:

 

  • direttamente, mediante i servizi telematici Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate oppure mediante i servizi di home banking delle banche e di Poste Italiane, o i servizi di remote banking offerti dal sistema bancario;

 

  • tramite intermediario abilitato (al servizio telematico Entratel).

Fonte: FISCAL FOCUS

linea

indietro