TAGLIO ALLA DETRAZIONE PER I PREMI SULLE POLIZZE VITA


Con la conversione in Legge n.124/2013 del D.L. 102/2013 sono state ridefinite le detrazioni dei premi versati per le c.d. polizze vita.

Le novità introdotte riguardano i contratti stipulati che hanno per oggetto:

- il rischio morte

- il rischio di invalidità permanente

- i contratti di assicurazione vita sottoscritti entro il 31 dicembre 2000

Per i premi versati in relazione a queste tipologie contrattuali, il tetto massimo di detraibilità è stato ridotto da Euro 1291,14 a:

- Euro 630 per l'anno d'imposta 2013

- Euro 530 dall'anno d'imposta 2014


Per quanto riguarda invece i premi versati per contratti aventi ad oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana (cioè l’incapacità di eseguire autonomamente le seguenti attività: assunzione degli alimenti, espletamento delle funzioni fisiologiche e dell’igiene personale, deambulazione, indossare gli indumenti) rimane la vecchia soglia di detraibilità di Euro 1291,14.

linea

indietro