NUOVE MODALITA' PER IL PAGAMENTO DEI TRIBUTI CON MODELLO F24


Con le novità introdotte dal D.L. 66/2014 (c.d. DECRETO BONUS IRPEF) dal 1 ottobre 2014, per le persone fisiche non titolari di partita iva, non sarà più possibile effettuare i versamenti dei tributi tramite F24 in banca o in posta (fisicamente con modello cartaceo) se superiori a 1.000 Euro o se si utilizzano crediti d'imposta in compensazione.

Nei casi sopra descritti il pagamento sarà possibile solo in via telematica utilizzando quindi i servizi di "home banking o remote banking" delle banche/poste o quelli telematici dell'Agenzia delle Entrate.

Ma attenzione: in caso di F24 con saldo a zero (quindi con utilizzo di crediti in compensazione) sarà possibile il versamento esclusivamente tramite i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate. Sarà dunque necessario essere registrati/abilitati ad ENTRATEL o FISCONLINE.

linea

indietro