MODIFICHE ALLE SOGLIE MINIME PER I REATI TRIBUTARI


Nello scheda di decreto legislativo recante disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente, vengono modificati i limiti che fanno scattare i reati tributari.

Di seguito le principali modifiche:

  • DICHIARAZIONE FRAUDOLENTA: elementi passivi fittizi superiori a €1.000 (art.3)
  • DICHIARAZIONE FRAUDOLENTA CON ALTRI ARTIFICI: congiuntamente imposta evasa superiore a €30.000 e l’ammontare complessivo degli elementi attivi sottratti all’imposizione è superiore al cinque per cento dell’ammontare complessivo degli elementi attivi indicati in dichiarazione, o comunque, è superiore a euro un milionecinquecentomila, ovvero qualora l’ammontare complessivo dei crediti e delle ritenute fittizie in diminuzione dell’imposta, è superiore al cinque per cento dell’ammontare dell’imposta medesima o comunque a euro trentamila.(art.4)
  • DICHIARAZIONE INFEDELE: imposta evasa da €50.000 a €150.000 e limite elementi attivi da 2mil a 3 mil. (art.5)
  • OMESSO VERSAMENTO RITENUTE: il limite passa da €50.000  a €150.000 (art.9)
  • OMESSO VERSAMENTO IVA: il limite passa da €50.000  a €150.000 (art. 10)

linea

indietro