Il nuovo redditometro entra in funzione


Dal 19 Agosto è attivo il nuovo redditometro.

Il nuovo procedimento applicabile dall'anno d'imposta 2009, produrrà delle liste di selezione dei contribuenti a maggior rischio di evasione.

Verrano considerate "a rischio" solo le posizioni dei contribuenti il cui reddito determinato sinteticamente sia superione del 20% al reddito dichiarato.

Come evidenziato nella circolare 24/E del 31 Luglio 2013 dell'AdE, saranno selezionati coloro che presentano scostamenti significativi tra reddito dichiarato e capacità di spesa manifestata ed, in sede di selezione, si terrà conto anche del reddito complessivo dichiarato dalla famiglia.

Per la determinazione della spesa attribuibile al contribuente verranno considerate:

- le spese certe;

- le spese per elementi certi;

- le spese per investimenti;

- la quota risparmio.

L'amministrazione invierà un questionario con richiesta di informazioni ai contribuenti selezionati a cui poi, eventualmente, seguirà un invito a comparire con inserimento tra gli elementi di spesa manifestata anche quella relativa ai beni e servizi di uso corrente (c.d. spese ISTAT).

linea

indietro