CEDOLARE SECCA AMMESSA ANCHE NEI CASI DI USO FORESTERIA


La sentenza n.470/03/2014 della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia stravolge l'ambito applicativo del regime della cedolare secca.

A diffenza infatti di quanto indicato dalla norma (art.3 D.lgs. 23/2011) l'Agenzia delle Entrate con il documenti di prassi n.26/2011 aveva negato la possibilità di accedere al regime con tassa piatta se la locazione era strutturata tra privato (locatore) ed impresa (locatario) per uso foresteria.

La Commissione Tributaria di Reggio Emilia ha dichiarato, nel caso specifico, illeggitima l'interpretazione "non vincolante per il contribuente" fatta dall'Agenzia disponendo il rimborso dell'imposta di registro a suo tempo versata dal locatore che, senza altra possibilità concessa, era stato costretto dall'Agenzia alla registrazione del contratto nel modo ordinario.

Si attende quindi l'eventuale ricorso in secondo grado.

linea

indietro